La Volatilità ti fa paura? Allora c’è qualcosa da sistemare!

Ebbene si, un titolo forse provocatorio, ma è così. Se la volatilità dei mercati finanziari ti spaventa, allora c’è qualcosa che devi sistemare, al più presto.

Provo a spiegarti meglio.

I mercati finanziari (qualsiasi strumento) esiste per offrire possibilità di investimento, compro e mi aspetto una crescita di valore del sottostante.

Gli Strumenti finanziari sono progettati per muoversi e quando non lo fanno, non sono in salute, questa è una grande verità.

Tutti i Traders, Gestori e via dicendo, sono alla ricerca costante di movimento, di volatilità, di opportunità

Proprio così, Volatilità e Opportunità vanno a braccetto, come un treno sui binari. Maggiore è la Volatilità, Più frequenti e importanti sono le possibilità di risultato.

Volatilità Direzionale e Non Direzionale

Volatilità direzionale e non direzionale, un concetto che in prima battuta può sembrare senza senso, ma in realtà ha una grandissima importanza.

Prova a pensare a questo concetto:

La Volatilità nel periodo Pandemico era come la volatilità che impatta tutti i giorni i mercati finanziari?

Certo che no, in quel caso (enfatizzato, cosa che avviene in tanti altri momenti) si trattava di Volatilià Direzionale, tutto il resto è solamente “fastidio”, solo gran movimento di mercato, con ampi range giornalieri, ma chiusure indecise, poco movimentate.

In questi giorni del nuovo anno (mentre scrivo è il 5 gennaio 2024), tutti i mercati finanziari hanno sofferto una settimana di negatività, con movimenti:

  • movimenti di prezzo volatili
  • movimenti di sottostante direzionali
  • movimenti in generale sostenuti da volumi spesso decisamente sopra al normale.

Questo è il quadro della prima settimana di gennaio 2024.

Tutto ok, finalmente un movimento di prezzo deciso e direzionale

Ebbene si, finalmente un movimento deciso e direzionale, di quelli che ti permettono molto e ti perdonano anche gli errori.

Nei momenti in cui la volatilità e la direzionalità governano l’andamento dei mercati finanziari, è inevitabile commettere errori, che aumentano poiché l’operatività aumenta e diventa spesso “frenetica”.

Di errori parlando, se si fa trading su un mercato lento e plastico, magari non direzionale, recuperare un errore può essere veramente faticoso e stressante, cosa che se è meno evidente quando i mercati sono volatili e direzionale.

I mercati volatili e direzionali perdonano gli errori… però…

I mercati volatili e direzionali perdonano gli errori, però SOLO se dietro all’operatività c’è un piano di trading ben strutturato e un’attenta valutazione dei rischi operativi.

Voglio spiegarti meglio questo concetto, poiché definisce il confine tra Trading Online e Gambling (o scommessa).

Il Trading diventa una scommessa quando:

  • il piano di trading non è ben definito
  • la valutazione dei rischi operativi non è chiara
  • non si sa cosa fare, ma si fa trading in ogni caso (spesso per noia)

A questo punto capisci bene che se non rientri in una di questi tre punti, se già avvantaggiato rispetto a molto altri!

Alcuni esempio grafici di mercato direzionale, volatile e NON direzionale.

Dow Jones Trading Non direzionale

Dow Jones Trading Non direzionale con ampi movimenti intraday e bassa direzionalità

Nasdaq future trading sui volumi e orderflow direzionale e volatile

Nasdaq future trading sui volumi e orderflow direzionale e volatile

Come si identifica un mercato volatile e direzionale?

Non è poi così difficile, basta osservare (almeno io mi regolo in questo modo) la tipologia di “chiusura” e l’ampiezza del movimento giornaliero.

Per intenderci, il mercato può realizzare:

  • una chiusura forte
  • una chiusura debole
  • una chiusura forte/debole con range giornaliero in aumento o diminuzione e volume di scambio in aumento/diminuzione.

Tutte queste situazioni consentono di localizzare il prezzo di “Close” in una posizione ben precisa rispetto al periodo precedente (solitamente osservo il daily) e di osservare l’ampiezza del movimento.

Va da se che, una mercato volatile e direzionale presenta una chiusura forte e un’ampiezza di range in aumento.

Trading Volume Profile e OrderFlow con la piattaforma di Trading sui Volumi TickerExplorer

Trading Volume Profile e OrderFlow con la piattaforma di Trading sui Volumi TickerExplorer

I Grafici sono stati realizzati con la Piattaforma di Trading sui Volumi TickerExplorer